Libri del 2019

E anche quest’anno ho letto poco. Che fastidio iniziare il post così.

Miglior thriller: Jo Nesbø – Il coltello
Miglior giallo: Donato Carrisi – La ragazza nella nebbia
Miglior libro per ragazzi: R. J. Palacio – Wonder
Miglior fumetto: Bryan Lee O’Malley – Seconds
Miglior libro di fiction: Franco Faggiani – La manutenzione dei sensi
Menzione d’onore a: Marco Missiroli – Atti osceni in luogo privato
Peggior libro letto quest’anno: Joël Dicker – La verità sul caso Harry Quebert
Sorprese: Fame (Roxane Gay), The Game (Baricco), L’educazione (Tara Westover)

Ed ora largo ai commenti. Avete letto qualcosa dei libri sopra citati? Siete d’accordo? oppure fate parte di quelli che hanno gridato al capolavoro dopo che hanno letto l’ultima pagina di Dicker? Vi aspetto nei commenti qui sotto!

Buone letture!

 

 

9 thoughts on “Libri del 2019

  1. Ciao!
    Negli anni passati ho letto Fame e L’educazione, entrambi ottime letture a mio parere seppure per motivi diversi.
    Invece su Dicker non posso dire nulla perché me ne sono tenuta ben lontana sia dal libro che dalla serie!

  2. Ciao!
    Del tuo elenco ho letto Carrisi e mi è piaciuto molto, forse il suo migliore, perché fuori dalla serialità degli altri.
    A questo punto mi vergogno a dire che ho letto anche Dicker e che a me quel romanzo non sembrava male al punto che ho da poco visto anche la serie. Mi è sembrata una storia costruita bene. Insopportabile invece il successivo sui Baltimore che per fortuna ho ascoltato in audiolibro ed è passato via velocemente.
    Con Nesbø sono invece rimasto indietro non ricordo più a quale titolo, devo recuperare.

    • Non vabbé figurati, vergognarsi no. In giro però ne ho letto un gran bene (anche un male, in realtà) e non sono riuscito a capire cos’hanno letto queste persone. A tratti scritto davvero male, personaggi un pochetto ridicoli, e poi lunghissimo…
      Grazie per esser passato! 😀

  3. Ti cito tre titoli molto diversi tra loro:
    1) IL CONFINE (Winslow)
    2) NIENTE CAFFE’ PER SPINOZA (Cappagli)
    3) M. IL FIGLIO DEL SECOLO (Scurati)

    Dei libri che hai elencato tu non ne ho letto nessuno e conosco solo Carrisi (ho letto un paio di romanzi ma nessuno di questi mi ha entusiasmato) e Nesbo (proprio quest’anno ho recuperato L’uomo di neve, molto valido).
    Mi incuriosisce questo: Miglior libro di fiction: Franco Faggiani – La manutenzione dei sensi.
    Lo vado subito a cercare 🙂

    • oilà Lap, come te la passi? 😀
      Scurati m’incuriosisce assai, l’ho già adocchiato da un po’, solo che la mole un po’ mi spaventa. Winslow lo conosco quindi magari prima o poi mi capita tra le mani..
      Alice la metto in wishlist! Grazie mille per i consigli e per esser passato da queste parti!

      • Ciao M.
        è sempre un piacere passare!!!
        L’ultimo di Scurati è senz’altro pesantuccio sia in senso letterale che figurato, tuttavia è una lettura molto istruttiva, perchè da un lato racconta in maniera molto puntuale gli eventi che portarono all’ascesa del fascismo, mentre dall’altro lato suona anche come monito in questi periodi turbolenti.
        Insomma, mi sento proprio di consigliartelo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...