Film del 2016

Il meglio di quello che ho visto quest’anno.

  • Rats
  • Blue Jay
  • Snowden
  • Still Life
  • It’s Kind of a Funny Story (5 Giorni Fuori)
  • Daft Punk Unchained
  • Ralph Spaccatutto
  • Fuocoammare
  • Only Lovers Left Alive (Solo gli Amanti Sopravvivono)
  • Springsteen & I
  • The Danish Girl
  • La Mafia Uccide Solo d’Estate
  • Una Separazione
  • The Invitation
  • Il Gigante di Ferro
  • Hush
  • Ex Machina
  • Whiplash
  • The Guest
  • Super 8
Annunci

6 thoughts on “Film del 2016

  1. Ex Machina è un filmone assoluto. Garland si è guadagnato la mia stima sempinterna.

    Solo gli Amanti Sopravvivono è il primo film di Refn che riesco a guardare fino in fondo senza addormentarmi…

    Whiplash è carino, ma non fosse per Simmons sarebbe una rottura

    Springsteen & I: io lo vidi al cinema quando usciì. Una curiosità: nella versione homevideo ci sono:
    a. una coda di 5 brani live eseguiti al hard rock calling a Londra
    b. una versione di born to run fatta come un collage, con stralci di video di Born to run presi nei 40 anni di carriera di Springseen
    (ti faccio la domanda perchè se ci fossero queste due cose potrei anche compare il dvd…)

    grazie e buon anno!!!!

    • Solo gli Amanti Sopravvivono è di Jim Jarmusch, XD
      Dici che Whiplash senza Fletcher sarebbe una rottura? Non so sai, la storia è bella e Miles Teller è molto bravo.
      Per quanto riguarda il documentario su Bruce, ho visto la versione che passa Rai 5; il collage di Born to run c’è, mentre i 5 brani live non li ho visti (magari li hanno tagliati). Però se vai a leggere i commenti su Amazon trovi uno che parla del live di Londra! Buon anno a te lap e grazie per il commento!

      • Coglionazzo che nn sono altro… L’ho confuso con “The neon demon” chissà perché….
        Vabbè, comunque te lo consiglio, nn é male

        Grazie per le dritte su Springsteen and I, anche perché solitamente diffido delle rece sub Amazon 😉

          • La cosa spiazzante dei film di Refn è la quasi totale assenza di dialoghi (in Drive, Gosling penso abbia meno di 10 battute) e l’inconsistenza della trama (in questo mi ricorda un po’ Sorrentino).

            DI primo acchito pellicole del genere non trovano mai il mio gradimento e di fatti Drive non mi è piaciuto, anche se riconosco che il giudizio negativo dipenda da miei limiti e non dalla pellicola in sè.

            The neon demon ha una sintassi più canonica ed è per questo che ho saputo apprezzarlo.

            A te invece Drive è piciuto, mi pare di intuire…

          • Si, decisamente; l’assenza di dialoghi è uno dei punti cardine del film, assieme alla colonna sonora e al gran Ryan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...