Immagini

Domenica scorsa il giornale londinese Independent on Sunday è uscito con la prima pagina nera e un breve testo in cui annunciava che non avrebbe pubblicato nessuna foto dell’esecuzione di Alan Henning, il cooperante britannico rapito in Siria. Sono immagini terribili quelle che arrivano in queste settimane dal gruppo Stato islamico: decapitazioni, crocifissioni, esecuzioni di massa. Servono a spaventare e a impressionare. Sono propaganda. Ma vengono da regioni in cui per i giornalisti e gli osservatori indipendenti è diventato impossibile lavorare, quindi sono spesso le uniche disponibili. È giusto farle vedere?

“Tutti devono sapere”, è l’argomento usato da chi le pubblica. La realtà è che si tratta di trovare il punto di equilibrio tra il dovere d’informare, il rispetto della dignità delle vittime, il tentativo di evitare di essere usati come veicolo di una propaganda odiosa e violenta. “Perché c’è voluto così tanto tempo prima che i mezzi d’informazione riconoscessero gli enormi problemi etici legati al mostrare queste immagini? Come giornalisti abbiamo la responsabilità di parlare di queste uccisioni, ma non dobbiamo riprodurre in modo automatico la peggiore propaganda”, ha scritto Joan Smith, di Hacked Off, sull’Independent on Sunday. Sono immagini talmente violente che, raccontano all’agenzia di stampa France-Presse, i giornalisti che devono esaminarle ne sono sconvolti.

Non c’è un’unica risposta giusta, ma ogni mezzo d’informazione è chiamato a dare la sua e possibilmente a renderla pubblica. Internazionale quindi si unisce alla decisione dell’Independent on Sunday: continueremo a informare sul gruppo Stato islamico, ma non pubblicheremo più quelle immagini.

Giovanni De Mauro su Internazionale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...