Il dolore dell’abbandono

di Lucia Franceschi

Abbandonare. È una delle parole più brutte e dolorose della lingua italiana. Vuol dire lasciare qualcosa che prima si è avuto, o voluto. Abbandoniamo la casa dei genitori, gli amici, a volte fidanzati e veniamo abbandonati. Cose che càpitano che hanno una motivazione, dove – come si dice per abitudine o convinzione – le colpe stanno da una parte o dall’altra. Con gli animali non è così. Loro non hanno colpe.

La responsabilità è tutta dell’uomo o della donna che li scelgono, li illudono con una casa e poi li lasciano come cose dal robivecchi. L’ultima scusa è la crisi. Cuccioli lasciati al canile con un biglietto: «Non ce la faccio più a mantenerlo». Il dolore di chi è costretto a una scelta simile deve essere grande. Ma viviamo tempi difficili e grande deve diventare il senso di responsabilità di chi decide di prendere un animale. È un essere vivente, non un giocattolo. Ha sentimenti, non è di plastica. Chi si fa bello dicendo vado al canile a prendere uno di quei poveri cuccioli e poi – dopo qualche mese – lo lascia quando va bene nello stesso canile e quando va malissimo lungo un’autostrada si comporta come una famiglia che va a prendere un bambino in un orfanotrofio e dopo un po’ lo riporta perché non ce la fa a mantenerlo. Non dico che i cani vadano tenuti a ogni costo, dico in modo provocatorio molto meglio lasciarli dove sono. E chi per un po’ volesse prendersi cura di un cucciolo di cane, di un meticcio o di un dolcissimo gatto vada a fare per un po’ il volontario in un canile o in un gattile. In questi posti c’è bisogno di tanto affetto che nessuno dirà di no a un volontario o a una volontaria dalle buone intenzioni. La serietà e il rispetto di cui ha bisogno la nuova Italia mettiamola in ogni nostra azione, compresi i rapporti con gli animali.

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...