La ‘bat-caverna’ più affollata del mondo

All’inizio di quest’anno una spedizione americana ha trovato un numero stranamente elevato di femmine di pipistrello gravide nella cosiddetta colonia Monfort, sull’isola di Mindanao.

Poiché era il periodo inadatto alla riproduzione, i ricercatori sono stati colti di sorpresa e hanno deciso di modificare i propri piani, riferisce Norma Monfort, fondatrice e presidente della Monfort Bat Cave & Conservation Foundation.

La causa di questo baby boom è sconosciuta, benché Monfort sospetti che, essendo la grotta protetta come sito ecoturistico, ciò possa far aumentare la proliferazione dei pipistrelli. La zona è proprietà dei Monfort da oltre un secolo.

Nella gran parte dell’areale sud-est asiatico dei pipistrelli, questi animali vengono cacciati per essere mangiati o disturbati dai contadini che vanno a raccogliere guano da usare come fertilizzante. Se una madre che allatta viene disturbata può far cadere i piccoli, causandone la morte, spiega Monfort.

Ma la colonia Monfort, con 1,8 milioni di individui, è ben più che in salute: il Guinness Book of World Records 2010 la classifica come la più grande colonia di pipistrelli frugiveri del mondo.

Questa buca, una delle quattro aperture della grotta, viene chiamata da Monfort “reparto maternità” o “nursery”: le femmine di pipistrello danno alla luce i piccoli o li nutrono nei pressi di questa apertura.

Dopo la scoperta del baby boom nella grotta, Rick Sherwin della Christopher Newport University in Virginia ha installato delle telecamere a infrarosso sensibili al calore all’ingresso della grotta. Sherwin ha colto delle immagini inusuali di femmine che partoriscono ma anche di maschi che si accoppiano con femmine incinte o che hanno appena partorito.

“Gira una battuta che dice che la grotta Monfort è il più grande e più attivo bordello della città”, dice la studiosa.

Eppure i filmati hanno rivelato anche degli aspetti inquietanti: maschi che si conportano aggressivamente nei confronti dei piccoli arrivando a mangiarseli, racconta Monfort. Questo comportamento può essere frutto dell’eccessivo affollamento. “È la mia maggiore preoccupazione”, dice la studiosa.

La grotta Monfort presenta una configurazione dolinica che offre quattro aperture orizzontali attraverso le quali è possibile guardare all’interno della grotta.

I pipistrelli, appesi ai bordi dell’apertura, non fuggono dalla luce del giorno. E la loro uscita notturna in massa è “uno spettacolo da non perdere”, aggiunge Monfort.

Negli anni Ottanta i guardiani della proprietà Monfort iniziarono a raccontare storie su una “dama bianca, presunta protettrice della grotta, che si mostrava solo a pochi privilegiati”, racconta Monfort.

Nel 2010 il fotografo Nelson Rivera è stato uno dei pochi privilegiati, ritraendo questo raro pipistrello albino ribattezzato “Blanca Bella”.

L’albinismo è un fenomeno raro fra i pipistrelli ma se ne conoscono alcuni casi.

I pipistrelli, dice Monfort, offrono “uno straordinario servizio all’umanità”: ad esempio mangiano insetti dannosi alle culture o alla salute, e sono ottimi pollinatori per piante da frutto e colture. “Sono degli eroi misconosciuti”, dice Monfort, “i miei angeli della notte”.

Fonte

Fantastici animali e fantastiche foto!

Annunci

One thought on “La ‘bat-caverna’ più affollata del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...