Pensieri

…Rebus immaginò la scena ribaltata: le gabbie piene di cuccioli d’uomo, intenti a saltellare e strillare per attrarre l’attenzione degli animali che, passando loro davanti, lanciavano qualche occhiata, priva però della curiosità che è propria degli esseri umani. Gli animali non si sarebbero fatti conquistare da nessuna esibizione di agilità o tenerezza, non avrebbero capito che era in corso un gioco né si sarebbero resi conto che qualcuno si era sbucciato un ginocchio. Gli animali non costruirebbero giardini zoologici, non ne sentirebbero la necessità. E Rebus si chiedeva perché gli esseri umani ne avessero bisogno.

Tratto da Anime Morte di Ian Rankin.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...